Cose piccole e meravigliose

Oggi inauguro una rubrica dedicata ai libri per bambini che raccontano del Giappone, delle sue storie e leggende, delle sue tradizioni, della sua estetica. Non saranno necessariamente di autori del Sol Levante, e non sempre avranno un taglio divulgativo.
Partiamo con due albi illustrati editi da Éditions Philippe Picquier, l’editore francese fondato nel 1986, specializzato nella pubblicazioni di libri provenienti dall’Estremo Oriente, che dal 2003 ha una collana dedicata al giovane pubblico, Picquier Jeunesse.
Entrambi gli albi illustrati di cui parliamo sono di autori francesi, ma denotano una profonda conoscenza e amore della cultura nipponica.

IMG_5907Les petits sentiers d’Obaasan di Delphine Roux, illustrato da Pascale Moteki (una delle artiste dietro il marchio Madame Mo) è una delicata storia di amicizia fra una bambina di 8 anni e una signora di 70.
Mariko Sakamoto non è veramente sua nonna, ma Yuki la chiama Obaasan, “signora nonna”, come si usa in giappone con le persone anziane. La signora Mariko, che porta sempre un abito di lino blu oppure una salopette grigia con un motivo di stelle, è conosciuta e rispettata nel quartiere e le piace condividere i suoi saperi.

IMG_5908      IMG_5910
Prima di ritirarsi era maestra di cucito in un atelier di Kyoto. Mariko vive in una machiya, una casa tradizionale di pochi tatami, ma piena di particolari affascinanti, “Obaasan aveva l’arte di rendere le cose semplici  preziose come la danza delle lucciole”. Attraverso il racconto e le figure, ci immergiamo in una vita tranquilla, fatta di dolci al tè verde, di cura dell’orto e di ricordi del passato.

IMG_5911    IMG_5915
Un albo da sfogliare tante volte, per godere delle figure, che pur con una tecnica moderna tutta declinata su colori pastello, hanno tutto il gusto dell’estetica giapponese grazie ai particolari delle texture, dei fiori e degli oggetti rappresentati. In chiusura anche un haïku di Natsume Sôseki e un finale che ci racconta come certi incontri della nostra infanzia siano importanti per determinare l’andamento del  nostro futuro.

IMG_5895

Choses petites et merveilleuses di Sandrine Thommen, illustrato da Nathalie Dargent, da il titolo a questo post. Un anno di piccole cose meravigliose attraverso le stagioni e i mesi. Due bambini e una nonna, la natura e le tradizioni, con figure a tutta pagina e piccoli riquadri che ritagliano particolari e momenti di vita.

IMG_5952     IMG_5896
Si inizia con il risveglio della lumaca e del riccio, siamo a marzo, è arrivata la primavera, si accendono le lanterne e ci prepara per la festa delle bambole. Siamo in un paese di provincia, fra il mare e le montagne, si va a scuola a piedi, passando dal bosco, c’è l’orto da coltivare. Aprile ha l’odore di un vecchio libro letto e riletto, della salsa di soia con cui si preparano gli onigiri da portare a scuola.

IMG_5897      IMG_5905
A maggio, nel cielo volano le carpe di stoffa della festa dei bambini, a giugno in giardino ci sono le peonie, le tartarughe dormono e poi, improvvisamente, piove. A luglio si possono mangiare le pesche in riva al mare, aspettando agosto con i suoi fuochi d’artificio.

IMG_5951      IMG_5898
A settembre, salendo verso la montagna si incontrano, fra gli alberi, piccoli uomini di pietra con cappelli e mantelline rossi, sono sei piccoli bhudda protettori dei bambini.

IMG_5899        IMG_5906
Ottobre ha i colori del giallo e del rosso, si può fare un viaggio a Nara per incontrare i cerbiatti. A novembre, con abiti caldi e colorati, si va in giro per la foresta e ci si specchia nelle pozzanghere che hanno gelato.

IMG_5917        IMG_5916
Dicembre è un mese profumato, ci sono i bouquet di ortensie essiccate, i dolci e il tè da gustare sui tatami, e un bagno caldo con gli yuzu, i limoni giapponesi.

IMG_5903A gennaio è tempo di scrivere e ricevere cartoline ben auguranti e infine, arriva febbraio, con il suo silenzio di neve bianca che nasconde piccoli tesori… ecco un narciso.. presto sarà di nuovo primavera.

Anche solo raccontare cosa avviene fra le pagine, mostra tutta la poesia di questo albo prezioso di figure belle. Quegli albi che i bambini amano sfogliare più e più volte, e gli adulti tenere sul comodino, una pillola di bellezza prima di andare a dormire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...